top of page
Search

Un nuovo Centro per i nostri 40 anni


In occasione del nostro compleanno vorremmo rendere operativo quanto prima un Centro all’avanguardia e regalare una vita indipendente ai pazienti di ALYN e non solo.



Per celebrare i 40 anni dalla nostra fondazione abbiamo voluto individuare, insieme ad ALYN Hospital, un progetto molto importante e innovativo che resterà negli anni come imprescindibile per poter completare la riabilitazione di bambini, ragazzi e giovani adulti. Un Centro che sarà presto un riferimento fondamentale per i pazienti di ALYN, ma non solo: sarà d’aiuto anche ai bambini con bisogni speciali che sono stati evacuati dal nord e sud di Israele e che si sono trovati improvvisamente al di fuori del loro ambiente familiare e, cosa altrettanto importante, anche ai soldati dell’IDF, feriti in combattimento. Praticamente tutte le persone disabili o in riabilitazione che si trovano nella necessità di riappropriarsi delle funzionalità quotidiane potranno usufruire dell’attività di questo progetto

Il primo finanziamento per il centro è legato ad un lascito della Signora Krebs z”l, un’Amica di ALYN che con molta generosità ha pensato alla nostra Associazione, ma per poterlo aprire quanto prima e renderlo operativo occorre ancora una somma che ci piacerebbe raggiungere grazie al vostro aiuto. Per questo abbiamo creato una speciale campagna di raccolta fondi il cui obiettivo finale è 40.000 €, una cifra che guarda caso celebra proprio il nostro 40° anniversario!

Il contributo dei donatori sarà ben ricordato da una targa sulla soglia della struttura che potrà ricordare gli Amici di ALYN e, accanto a quello della signora Krebs z'l', anche quello dei donatori più rilevanti.

 



Center for Smart Technologies for Independent Living Donazione Krebs e Amici di ALYN


A cosa servirà                                                                   

Lo scopo del Centro è quello di integrare il percorso di riabilitazione con uno step fondamentale: quello che permette ai pazienti di poter interagire con l’ambiente in cui vivono o lavorano. Spesso recuperare potenzialmente l’uso di una funzione, come ritornare a camminare o afferrare gli oggetti, non è sufficiente per compiere le azioni quotidiane, serve un allenamento mirato e un ambiente predisposto da professionisti. Lo spiega bene Brenda Hirsch, Director of Resource Development di ALYN Hospital: “E’ importante che i bambini e i giovani pazienti sviluppino una maggiore indipendenza in tutte le attività che saranno chiamati a svolgere per svago, apprendimento, gioco o lavoro. Operazioni semplici come muoversi in una stanza, telefonare, spegnere la luce, regolare un termostato, alzare una tapparella, accendere la TV, manipolare del cibo, azionare vari elettrodomestici e altro ancora, infatti, possono richiedere mesi per diventare realmente funzionali, necessitando di un notevole impegno di tempo e di esercizio da parte degli stessi pazienti, dei loro genitori o del team medico che li segue. 

Per tutti loro questo spazio sarà una vera palestra per simulare, anche virtualmente, i loro ambienti e ridurre notevolmente i tempi per ritornare alla loro desiderata autonomia.  Servirà anche mettere a punto i sistemi tecnologici che potranno essere istallati nelle loro case in modo da aiutarli nella vita di ogni giorno. Quello che realizzeremo sarà sostanzialmente un trampolino di lancio per la loro indipendenza in cui ALYN, se richiesto, li potrà assistere per creare l’ambiente adatto ai loro spazi grazie all’aiuto delle Smart tecnologies.




Un Centro supertecnologico con molte funzioni

Il Centro Krebs e Amici di ALYN Italia nasce dalla lunga esperienza di ALYN nell’assistere a domicilio i pazienti con bisogni speciali: non sarà solo un Centro di riabilitazione, ma anche di formazione per i professionisti che operano in questo campo, compresi gli operatori delle professioni sanitarie ed educative e chi intende sperimentare l’efficacia di componenti hardware e software nel campo del controllo remoto di ambienti.

Come è nella prassi di ALYN, anche il nuovo Centro sarà all’avanguardia nel promuovere l’uso delle tecnologie assistive. Ci troveremo infatti di fronte a un “ambiente intelligente” capace di raccogliere e usare le informazioni che possono migliorare le prestazioni del paziente e sviluppare conoscenze cliniche. Informazioni che potranno essere condivise con i terapisti di tutto il mondo, consentendo di intervenire anche da remoto e di favorire così la formazione a distanza.

 

Come sarà il Centro e a cosa serve il nostro contributo?

Il Centro dedicato alle “Smart Technologies for Independent Living” sarà costituito da un reparto allestito per permettere una simulazione delle operazioni che compirà il paziente, interagendo con oggetti reali o in funzione di realtà aumentata. Sorgerà nell’ambito del Centro MAAYAN - Demonstration and Display Centre, una struttura unica nel suo genere gestita da terapisti occupazionali e fisici di ALYN, che fornisce strumenti per la riabilitazione. Il Centro for Smart Tecnologies contribuirà all’obiettivo di far diventare questa realtà un riferimento nel campo delle applicazioni per la vita indipendente in Israele e nella comunità scientifica internazionale.

Per allestire il Centro sono necessarie numerose attrezzature informatiche e meccaniche che possano essere utilizzate anche dal letto o a dalla sedia a rotelle. Servono schermi, tavolette grafiche, ipad, smartphone, fotocamere per azionare un sistema di puntamento tramite sguardo e diversi sistemi di controllo per esercitarsi: dai sistemi per illuminazione, ai dispositivi multimediali, a quelli che permettono apertura e chiusura di porte, l’accesso a telecamere di sicurezza, TV, aria condizionata e molto altro. Tutti questi “controller” richiedono un'installazione semplice e la possibilità di essere trasportati in diversi ambienti dal paziente, ad uso dei pazienti nelle loro stanze dell’ospedale se necessario. 



Ore di formazione e assistenza

Una volta attrezzato il reparto si dovrà poi procedere alla formazione del personale. Sono previste circa 50 ore di formazione da parte di professionisti della riabilitazione, tecnologia assistiva, terapia occupazionale e altre figure professionali. Inoltre sono previste diverse ore perché gli addetti possano apprendere la manutenzione nell'installazione dei dispositivi acquistati.


L’obiettivo

Rendere operativo il Centro a partire dalla seconda metà del 2024.


Il nostro ruolo

Fare un grande miracolo che permetterà ad ALYN di compiere un’infinità di altri piccoli miracoli. Una targa all’ingresso del Centro metterà in evidenza la generosità dei Donatori italiani.

 

Questo è un progetto così importante e urgente che per finanziarlo abbiamo deciso di aprire una campagna sul sito fundraiser gofundme  

Fate subito la vostra donazione!!!



Vi ricordiamo che le donazioni agli Amici di ALYN ODV sono fiscalmente deducibili. Per avere la ricevuta inviate a amicidialyn@gmail.com il vostro Nome, Cognome, Codice Fiscale, Indirizzo e numero di telefono.

47 views

Comments


bottom of page