Search

Aiutare Ron per aiutare i bambini di tutto il mondo.


Se vi dicessimo che Ron è una persona importante che ha contribuito al progresso della medicina, fatichereste a pensarlo come un bambino che sta muovendo i suoi primi passi nella vita. Eppure è così.

Certo, nessuno pensava che Ron potesse essere speciale. Ad esempio non c’era niente che indicasse che il parto di sua madre non potesse procedere tranquillamente. Invece è stato presto necessario un cesareo d'emergenza. All’interno della pancia della mamma, Ron non respirava e non si muoveva più.

I test genetici dimostrarono che aveva una mutazione genetica insolita, la quale aveva impedito ai suoi polmoni di svilupparsi completamente. Le mutazioni genetiche possono essere ereditate o comparire all’improvviso nell’individuo, nel caso di Ron è stata riscontrata una combinazione estremamente rara di queste due tipologie e non era possibile prevedere l’evoluzione della sua malattia.

A soli tre mesi di vita Ron è arrivato all’ALYN Hospital. Dipendeva da un ventilatore 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Fisicamente era molto debole, per quattro mesi è stato ricoverato nel reparto di riabilitazione respiratoria, sottoposto a sessioni di fisioterapia tre o quattro volte alla settimana e poi, crescendo, a sedute settimanali nella clinica dell'alimentazione per imparare a nutrirsi, logopedia, terapia occupazionale e idroterapia. Per interagire con lui è stato usato persino un computer portatile con un sistema di tracciamento oculare. L'obiettivo, naturalmente, era quello di migliorare le sue condizioni mediche in modo che potesse vivere con la sua famiglia a casa e integrarsi nuovamente nella comunità.

Giorno dopo giorno le condizioni di Ron miglioravano. Fino a che il dottor Nitay Fraenkel, vicedirettore del reparto di riabilitazione respiratoria, è riuscito a dare al bambino venti minuti di autonomia dal respiratore artificiale. Sua madre Danit ha dichiarato: "... poter staccare temporaneamente Ron dal ventilatore ci dà calma e tempo per elaborare. Abbiamo imparato molto ad ALYN: come trattarlo e come essere davvero i suoi genitori".

Quest’estate Ron ha lavorato ancora duramente ed è stato dimesso per continuare poi la sua riabilitazione in comunità perché, a partire da settembre, frequenterà un centro di riabilitazione vicino a casa sua. Il personale dell'ALYN Hospital continuerà a seguire i suoi progressi e a consigliare le cure necessarie.

Il caso di Ron ha un risvolto particolarmente importante: i protocolli di riabilitazione innovativi e all'avanguardia messi a punto dall’ALYN Hospital per lui, saranno condivisi e faranno progredire la scienza della riabilitazione dei bambini disabili di tutto il mondo, sia che le loro condizioni siano comuni sia che, come nel caso di Ron, siano estremamente particolari.

Con il vostro sostegno avete aiutato Ron, ma avete aiutato anche i bambini di tutto il mondo. Pensateci e continuate a sostenere ALYN.
















15 views

Recent Posts

See All