Search

Un viaggio in Italia tra scienza e solidarietà


Come abbiamo già avuto modo di raccontarvi all’inizio dell’estate Arie Melamed-Yekel, General Manager di Alynnovation e la Professoressa Tamar Weiss sono stati invitati ad insegnare in Italia nell’ambito di un prestigioso “camp” di aggiornamento sull’innovazione tenutosi a Como.

Si è trattato di uno straordinario scambio di esperienze professionali tra Israele e l’Italia che ha coinvolto uno dei personaggi chiave del percorso di ALYN verso il futuro. Arie Melamed Yekel è, infatti, da tempo alla guida del progetto che offre agli imprenditori le conoscenze e l'esperienza del team ALYN per sviluppare a livello globale prodotti e tecnologie in grado di migliorare la qualità della vita dei bambini e adolescenti con bisogni speciali.

Arie Melamed-Yekel e Tamar Weiss ci hanno inviato un dettagliato resoconto (in terza persona) della loro esperienza italiana, nella quale è menzionato anche l’incontro con gli Amici di ALYN. Un momento davvero emozionante che ci ha permesso di ribadire il rapporto di collaborazione e di amicizia tra due paesi nel nome dell’innovazione e della solidarietà.


A luglio Arie Melamed-Yekel General Manager di Alynnovation e la Professoressa Tamar Weiss sono stati invitati ad insegnare alla Scuola Superiore di Studi Avanzati di Como e all'Istituto Europeo di Innovazione e Tecnologia Summer School per parlare di "Digital Interactive Smart Spaces".

La Summer School di Como ha affrontato la sfida di fornire un maggiore accesso alle tecnologie ambientali fornendo una discussione multidisciplinare sugli "Smart Spaces" da diverse prospettive: strumenti di sviluppo (framework hardware e software); paradigmi di interazione (ad esempio: gesti, tatto, sguardo, voce, manipolazione tangibile), metodi di valutazione dell'esperienza utente; domini applicativi (ad esempio: cultura, salute/benessere, istruzione, intrattenimento); questioni etiche, sociologiche e psicologiche.

La scuola estiva intensiva di una settimana ha attirato studenti di master/dottorato, ricercatori e professionisti che desiderano acquisire competenze tecnologiche e metodologiche. I professori Weiss e Melamed-Yekel hanno fornito esempi chiave dell'interfaccia tra bambini con disabilità e opportunità tecnologiche. La Prof. Weiss ha parlato di "La sfida dell'adozione della tecnologia in contesti educativi e clinici: barriere e facilitatori" e il Sig. Melamed-Yekel ha parlato di "Partner di progettazione multi-stakeholder: facilitare lo sviluppo, la localizzazione e l'adattamento delle tecnologie riabilitative". Entrambi gli interventi hanno dato luogo a discussioni significative e hanno sostenuto gli studenti nel lavoro di progetto della Summer School.

Durante la permanenza in Lombardia, gli studenti hanno visitato due strutture interessanti. In primo luogo, si sono recati a Bosisio Parini per visitare la dottoressa Emilia Biffi, ricercatrice presso l'Ospedale di Riabilitazione Medea de La Nostra Famiglia. Hanno fatto un'affascinante visita agli ampi laboratori e alle strutture di ricerca clinica che comprendono tecnologie riabilitative molto avanzate.

Hanno inoltre trascorso un pomeriggio presso il B-cube, Biosignals, Bioimaging, Bioinformatics Lab del Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria del Politecnico di Milano incontrando il Prof. Sergio Cerutti, Professore Emerito di Ingegneria Biomedica. All'incontro hanno partecipato anche la professoressa Anna Maria Maddalena Bianchi, la professoressa Manuela Galli e il dottor Gianluigi Reni.

Sono stati invitati a cena in un delizioso ristorante casher di Milano e sono stati accompagnati dai coniugi Cerutti, dalla professoressa Anna Maria Maddalena Bianchi, dalla dottoressa Emilia Biffi, da Piergorgio Segre, Presidente degli amici di ALYN, da Antonella Jarach, Vicepresidente degli Amici di ALYN e dalla signora Rosana Rosatti.

Nel complesso, sia le visite scientifiche che le numerose e interessanti conversazioni a cena hanno evidenziato molte potenziali collaborazioni di ricerca clinica da perseguire.



13 views